Gesù vuole dirti alcune cose…..

Tema: l’amore di Dio e del tuo prossimo

Abbiamo appreso dal Vangelo che dovremmo dare a Cesare quello che è di Cesare e a Dio quello che è di Dio. In armonia con questo monito, il Signore Gesù Cristo ci ordina di dare a Dio l’amore che merita e, allora, di amare il nostro prossimo come amiamo noi stessi. I comandamenti per amare Dio e per amare il prossimo sono come i due lati di una moneta. Poiché non si può avere una moneta con un solo lato, così i due comandamenti appartengono allo stesso.

Un lato della medaglia: l’amore di Dio (Matt). 22:37)

Gli rispose: «Amerai il Signore Dio tuo con tutto il cuore, con tutta la tua anima e con tutta la tua mente. Questo significa che dobbiamo amare Dio con tutto noi stessi. Non possiamo, ad esempio, far finta di amare Dio con il nostro cuore, mentre la nostra mente dubita della sua esistenza.

” con tutto il cuore il cuore è il simbolo della nostra volontà, dei sentimenti o dei desideri. Pertanto, Dio dovrebbe essere il nostro primo e importante desiderio. Dovremmo fargli catturare i nostri sentimenti e i nostri desideri e lasciare che controlli le nostre scelte o decisioni nella vita. Dovremmo essere interamente devoti a lui nel culto.

‘ con tutta la tua anima ‘ – l’anima è il simbolo della vita (nessuno può essere vivo senza l’anima). Quindi, per amare il Signore Dio con tutta la nostra anima, significa che dobbiamo offrire tutta la nostra vita a Dio.

Con tutta la tua mente, la mente significa il nostro intelletto, il tuo pensiero, il tuo ragionamento o la tua conoscenza. Se c’è solo una cosa o una persona a cui dovremmo pensare, dev’essere Dio. Cerchiamolo quindi attraverso la sua parola, la preghiera e la predicazione dei suoi ministri. Quindi, ogni giorno lascia che i pensieri di Dio possano dominare il nostro pensiero.

L’ altro lato della medaglia: l’amore per il prossimo (Matt). 22:39)

Gesù dice: “E il secondo è simile al primo: Amerai il prossimo tuo come te stesso. Ora, secondo la lettura del Vangelo, quando Gesù voleva insegnare alla gente a pagare le tasse a Cesare, ha chiesto di chi fosse l’immagine sulla moneta. Allo stesso modo, la “moneta d’amore” che diamo a Dio ha la sua immagine su di essa. E a chi assomiglia l’immagine di Dio? L’ essere umano, il nostro prossimo. E quindi dobbiamo dare al nostro prossimo amore per lui o per lei.

Cosa vuol dire amare il nostro prossimo? Gesù dice: se ha fame, sfamalo/a; se ha sete, dagli la tua acqua; se è nudo/a, vestilo/a; se è malato/a, visitalo/a, se è in prigione, fagli visita……….. (Matt. 25:40-45). In breve, sii gentile e compassionevole con loro come desideri fosse fatto a Te nel bisogno.

Inoltre, Gesù dice che tutte le leggi e i profeti sono su questi due comandamenti. Così, ci dà l’immagine su delle tavole del comandamento di Dio. Ecco, vorrei portare altre immagini alla vostra attenzione.

L’ amore è la base del regno di Dio,
L’ amore è la chiave della porta del cielo,
L’ amore è la parola d’ordine per la parola di Dio,
L’ amore è il segreto della vita eterna!
Conclusione

I miei fratelli e sorelle. Allora, facciamo un po ‘ di attenzione alle tavole dell’amore!

Non cercare nessun’altra chiave, perché non può aprire la porta del cielo e non c’è una chiave duplicato per l’amore. Quindi, che la chiave dell’amore (la chiave di San Pietro), e la nostra entrata in paradiso, sarà assicurato! – Amen! – Amen!

Non cercare altra password per la parola di Dio. Piuttosto dobbiamo cercare che la parola d’amore e il mistero della parola di Dio ci sia chiaro! – Amen! – Amen!

Infine, cerchiamo di non cercare un segreto spirituale diverso dal segreto dell’amore, e la vita eterna sarà nostra! – Amen! – Amen!

Precedente Preghiera del Miracolo. Gesù tutto può, lo credi? Successivo La preghiera per il Miracolo Utilizzata da Padre Pio " L'arma segreta di San Pio "